LAVORA CON NOI

chiudi

Le offerte di collaborazione sono sempre gradite e valutate attentamente, poiché le riteniamo un elemento fondamentale e prezioso per lo sviluppo dello Studio e per l’apporto di nuove risorse professionali.

Chi è interessato ad un rapporto di collaborazione deve tenere presente che:

1. il rapporto deve essere esclusivo;
2. non vi devono essere condizionamenti di alcun tipo e l’impegno deve considerarsi full-time;
3. in linea di massima chi inizia una rapporto di collaborazione con noi non dovrebbe avere più di ventisette anni;
4. deve aver ottenuto un voto di laurea superiore a 100/110;
5. lo Studio ha un’organizzazione particolarmente efficiente, fondata su un sistema informatico completo e affidabile che integra tutte le funzioni dello studio per l’utilizzo del quale è importante avere una certa predisposizione;
6. tutti i rapporti di collaborazione sono preceduti da un periodo iniziale non inferiore a tre mesi nel corso del quale vengono testate attitudini, capacità di studio e di approfondimento, produttività.

Quando troviamo persone che corrispondono a questi requisiti, li invitiamo a collaborare con noi, anche se in quel momento non stiamo effettuando ricerche specifiche.

Richiesta di effettuare la c.d. “pratica forense”

Offriamo la possibilità di svolgere la pratica professionale nel nostro Studio al fine del conseguimento del titolo di avvocato. Normalmente, per l’esperienza che abbiamo maturato in questi anni, riteniamo che:
– la pratica debba essere svolta per l’intero periodo previsto dalla legge presso lo Studio;
– la pratica professionale non possa essere compatibile con altre attività;
– la pratica debba essere svolta con la stessa dedizione con cui si svolge la professione e la stessa profusione di impegno ed energia.

Per sottoporci una richiesta di collaborazione ovvero di svolgimento della pratica professionale, è gradito l’invio di un curriculum digitale. Ciò consente l’inserimento dei suoi dati nel nostro Archivio, consentendoci di poter valutare la sua richiesta nel modo più preciso e puntuale.

Ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo le seguenti informazioni:

1. I dati da Lei forniti verranno trattati con la specifica finalità di prendere in esame la Sua proposta di collaborazione.
2. Il trattamento sarà effettuato con l’utilizzo di supporti informatici ed archivi cartacei, idonei a garantire la massima sicurezza e riservatezza, nel rispetto della normativa sopra richiamata e dei connessi obblighi e secondo le finalità e modalità illustrate nella presente informativa.
3. Il conferimento dei dati, per le finalità di cui al punto 1. è facoltativo. Tuttavia, l’eventuale rifiuto di fornire tali dati comporta l’impossibilità di prendere in esame la Sua proposta di collaborazione.
4. I dati da Lei conferiti non saranno comunicati né saranno oggetto di diffusione.
5. Il Titolare del trattamento è lo Studio Legale Falini e Martino, Viale Bruno Buozzi,53 – 00197 Roma.
6. Il Responsabile del trattamento è il Titolare del trattamento dei dati.
7. I Suoi dati personali saranno trattati, oltre che dal Titolare e dal Responsabile, anche dai soggetti Incaricati del trattamento ovvero dai dipendenti dello Studio e dai suoi collaboratori sempre nell’ambito delle finalità di cui al punto 1 e previa designazione degli Incaricati a cura del Responsabile, comprensiva di specifiche istruzioni necessarie all’adempimento della normativa in tema di tutela dei dati personali con particolare riferimento agli aspetti relativi alla sicurezza.
8. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi dell’art. 7 del D.lgs.196/2003, che per Sua comodità riproduciamo, qui di seguito, integralmente:  Art. 7 – Decreto Legislativo n.196/2003,

Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del Titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Per informazioni scrivete a: falini.martino@legisroma.it

condividi :